Rollinz…ne abbiamo???

image

Stamattina mi infilo le scarpe da ginnastica e cosa ci trovo? L’intera tripla collezione di quei “cosi” che per più di un mese l’Esselunga prezzi corti“, come faceva il gingles qualche secolo fa, ha spacciato, creando un certo grado di dipendenza nei nostri figli e una  certa rottura di scatole per noi  adulti  costretti a spendere, per multipli di 25€, per ottenerne uno! Ho visto mamme commuoversi dal dono inaspettato da parte di chi dei Rollinz non se ne faceva nulla e i miei figli baciare spontaneamente e con  trasporto la nonnina che gli ha regalato  ,in un colpo solo, 20 bustine!!!! Loro contavano le bustine e io quanto aveva ipoteticamente speso l’allegra nonnina! Ma si sa, ogni anno il Signor Essellunga ne inventa una, ed ogni volta e’ il caos totale!!! Ogni tanto saltan ancora fuori, come i coriandoli in agosto, le figurine degli album da collezionare di qualche anno fa infilatesi, chissà come e chissà da quanto, nei posti più strampalati di casa. Abbiamo una vecchia scatola di latta nell’armadio, piena zeppa di piccoli personaggi dei film di animazione piu’ famosi: ne abbiamo talmente tanti che un pomeriggio abbiamo organizzato una vera e propria battaglia… plotoni di Monster & Co., guidati da Mike Wasoskj  sopraffatti da un intero esercito di  Sceriffi Woody, Buzz e di Incredibili in triplice copia!! Insomma finalmente anche la collezione Star Wars con i suoi piccoli personaggi, che ben si adattano per forma e dimensione  ad una partita di Subbuteo, e’ finita con buona pace di tutti quanti, teenagers quarantenni inclusi!!! E’ già…perché questa rollinzmania ha colpito tutti ed in particolare, ovviamente, gli appassionati di Darth Wader . Sul cellulare ho piu’ foto dei Rollinz mancanti ai figli di amici di amici di conoscenti e ai fratelli maggiorenni di amiche e colleghe che di Tommaso e Michele…per dire. Non c’e’ che dire chapeau all’Esselunga!!!!
Visto che ci sono….non e’ che a qualcuno avanza la Principessa Leila che manca a mio nipote Riccardo????

elena

Festival del Volo

Abbiamo tre giorni…. tre giorni per volare non solo con la fantasia …. tre giorni per salire su una mongolfiera e fingere di fare il Giro del Mondo in Ottanta giorni! Fantastico …. potersi fidare delle correnti, scaldarsi con il sole e nascondersi tra le nuvole fidandosi della natura e del nostro istinto. Per tre giorni abbiamo l’occasione di staccarci dal suolo terreno non solo metaforicamente,  e distaccandoci dai nostri doveri approdare in un altro mondo fatto di ricordi, emozioni, sogni e aspirazioni. Insomma i voli pindarici si fanno realta’!!!
Ad aprile le guide MAART (professionisti di lunga e consolidata esperienza nel settore del turismo culturale, della didattica e degli eventi)  vi attendono nel Parco di Monza che ospiterà il Festival del Volo. Per quasi tutto il mese di aprile verrà allestita una esposizione che ripercorrendo le prime esplorazioni, dai racconti di Jules Verne al primo volo organizzato dai Fratelli Montgolfier ci riporterà  indietro nel tempo per ricondurci ai giorni nostri. Da sabato 23 a lunedì 25 aprile ci sarà una tre giorni dedicata alle mongolfiere con la possibilità di provare l’emozione di un volo frenato su un pallone aerostatico gratuitamente.

Forza…. approfittate del super week lungo e postateci le vostre foto dall’alto!!!

Orari e info:http//www.milanoevents.it/2016/03/12/monza-festival-del-volo-aprile/

Lavori in corso #3, ci sono volte che…

Ci sono momenti in cui penso “ma chi me l’ha fatto fare di buttarmi in questa avventura?”. Sono momenti brevi, veloci lampi che mi attraversano la mente soprattutto al termine di una giornata particolarmente impegnativa. Poi passano, basta un messaggio di un signore incontrato al volo davanti ad un caffè sospeso per strada che mi invita ad inviargli la mail con il nostro progetto “Bella Diaz, Scuola Mia”, entusiasta della nostra iniziativa. E si riparte . Ieri abbiamo avuto un incontro importante , lo sapete. Siamo uscite un po’ frastornate ma convinte che ancora un piccolo tassello sia stato messo per far uscire la nostra scuola dal limbo in cui è stata lasciata per tanti anni. Ci piacerebbe raggiungere subito i risultati , avere riscontri immediati. Ci piacerebbe mordere il freno e soprattutto ci piacerebbe essere a settembre per vedere i nuovi ambienti rinnovati e gli occhi dei nostri bambini quando tornano a scuola. Un passo alla volta ci arriviamo insieme a tutti voi. Adesso c’è Pasqua, tiriamo un attimo il fiato. La prossima settimana vi dettagliamo sull’ incontro con l’Assesore Muchetti. Grazie a tutti, continuate a seguirci!